ED IL PATRON DEL LIVORNO ALDO SPINELLI PROMETTE DI RINFORZARE LA SQUADRA

Ed interpellato dal quotidiano Il Telegrafo, il patron del Livorno spezza tutti i dubbi sull' allenatore, confermando mister Sottil in panchina anche se resta da vedere quale sara' l' atteggiamento del vicepresidente Romano, che non fa mistero di voler un tecnico piu' esperto per la serie B. Il patron amaranto ha promesso due rinforzi d' esperienza per ruolo che sappiano affiancare i giocatori della rosa attuale del Livorno. Servono 5 o 6 giocatori per il presidente Spinelli che ha inoltre dichiarato di valorizzare i giovani del Livorno come Gonnelli, Gasbarro, Murilo ( su quest' ultimo le sirene di molte societa' di serie B e state pur sicuri che sara' ceduto...) . Difficile inoltre la conferma di Vantaggiato, Franco e Doumbia quest' ultimo in prestito dal Lecce. Il patron Spinelli ha inoltre delineato l' organigramma societario : Marco Arturo Romano sara' il vicepresidente, Mirko Peiani il direttore generale e Mauro Facci direttore sporti…

UN VERGOGNOSO LIVORNO PAREGGIA CONTRO LO SPENTO PERUGIA E TERMINA UN' AGONIA CALCISTICA DURATA UN ANNO

E finalmente , anche il mondo telegiornalistico labronico la smettera' di fare improbabili tabelle di marcia per la salvezza, che avevano l' unico scopo di difendere, presidente e societa' dalle evidenti colpe di un campionato fallimentare, anzi qui a Livorno si era smesso d' investire nella squadra da ben tre anni, a partire dunque dalla retrocessione dalla A alla B avvenuta tre anni fa, retrocessione che poteva benissimo essere evitata se il Livorno fosse stato adeguamente rinforzato in parallelo a questa ultima catastrofica stagione. Partita di oggi che vedeva il Livorno di Cagliari confermato in campo e grazie ad un Perugia ormai al mare, il Livorno con Vantaggiato al 30° siglava il goal del vantaggio. Ma era il secondo tempo che rappresentava nel peggio, tutto il campionato disastroso di questo Livorno, con i giocatori del Perugia che diventavano padroni del campo con la squadra amaranto che aveva palesemente staccato la spina, senza un abbozzo di minima reazione. Ed al 67° della ripresa grande frittata da parte del portiere Pinsoglio su azione del perugino Zapata e pareggio degli umbri anche meritato. Poi il nulla, con un Livorno come detto che non era piu' in campo, prestazione assolutamente vergognosa ed ennesima umiliazione della gloriosa maglia amaranto.  Finisce quindi l' agonia di questo Livorno, uno dei peggiori di sempre della storia calcistica amaranto e lo scontro diretto ad Ascoli sara' purtroppo una formalita' per i marchigiani. Lega Pro sicura, dunque per il Livorno con prospettive incerte e fumose, con una " non societa " che non puo' assolutamente garantire un pronto ritorno in serie B, perche' ha dimostrato di essersi totalmente disimpegnata da qualsiasi investimento  a Livorno da oltre tre anni. Basta basta, la citta', il popolo amaranto, i veri sportivi amaranto, chiedono a questa societa' , a questa dirigenza , di farsi da parte cedendo il Livorno a gruppi imprenditoriali, a presidenti , facoltosi , danarosi, ma soprattutto ambiziosi che sappiano rilanciare il Livorno con investimenti munifici per riportare immediatamente il Livorno, il nostro Livorno, la Gloriosa Unione Sportiva Livorno in quei famosi palcossenizi importanti tanto ambiti dal popolo amaranto.

NELLO BALISTRACCI

Commenti