SI RIAPRE CLAMOROSAMENTE IL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE E : IMPRESA DELLA MASSESE A SAN REMO , IL PONZACCO LESTO LESTO NE APPROFITTA

E clamorosi risultati nell' odierno turno del campionato di serie D girone E, con la capolista Sanremese sconfitta in casa da una rediviva Massese di mister Magrini, che oltre a fare del bene alla propria classifica, vedasi lotta playoff, fa un grosso favore al Ponzacco vittorioso in trasferta nel derbt contro il Seravezza. Mobilieri che con questo blitz esterno ora sono ad un solo  punto di distacco dalla corazzata ligure. Il derby tanto annunciato  della giornata, Viareggio - RFQ si e' invece risolto con il classico punteggio di 0 a 0 , un pareggio che non serve a nessuna delle due squadre che hanno perso un' importante occasione per rilanciarsi in classifica. Pareggia il Ghivizzano con il Savona e non fa certo grandi passi avanti in chiave salvezza, mentre la partita San Donato - Rignanese, il derby del Chianti non si e' disputata per maltempo. Lo Scandicci vince il pesantissimo spareggio salvezza contro il Montecatini e continua a sperare nella salvezza.

NENO FRAN…

A PIZA MIAN SOLO " PRESIDENTE ONORARIO ", LA SOCIETA' E' ANCORA NELLA MANI DI FABIO PETRONI. E' IL CAOS

E come riporta la stampa pisana, oggi giornata convurza di autentico caos a Piza, con comunicati societari che si sono susseguiti smentendo tutto ed il contrario di tutto. In un primo momento la nomina di Maurizio Mian quale nuovo presidente, aveva fatto entusiasmare la piazza neroazzurra, ma poi e' venuto fuori che il magnate di Fauglia, ricoprira' solo la carica di presidente onorario, mentre la societa' neroazzurra e' saldamente nelle mani dell' imprenditore romano Fabio Petroni, di suo figlio e dell' avvocato Taverniti suo cognato. Mister Gattuso e' definitivamente lontano dal Piza e questo sta provocando l' ira dei tifosi pizesi, che probabilmente faranno saltare l' amichevole Piza - Celta di Vigo di domani sera perche' ci sono grossi problemi di ordine pubblico. Ma un commento a questa situazione caotica che stanno vivendo i cugini pizesi ; ma almeno a Piza oltre tremila persone si radunano davanti all' Arena e contestano con veemenza, a Livorno provate ad andare a Piazzale Montello, solo qualche penzionato o penzionando per la serie e' davvero finito il calcio a Livorno...
DANILO NESTI

Commenti