ED IL PATRON DEL LIVORNO ALDO SPINELLI PROMETTE DI RINFORZARE LA SQUADRA

Ed interpellato dal quotidiano Il Telegrafo, il patron del Livorno spezza tutti i dubbi sull' allenatore, confermando mister Sottil in panchina anche se resta da vedere quale sara' l' atteggiamento del vicepresidente Romano, che non fa mistero di voler un tecnico piu' esperto per la serie B. Il patron amaranto ha promesso due rinforzi d' esperienza per ruolo che sappiano affiancare i giocatori della rosa attuale del Livorno. Servono 5 o 6 giocatori per il presidente Spinelli che ha inoltre dichiarato di valorizzare i giovani del Livorno come Gonnelli, Gasbarro, Murilo ( su quest' ultimo le sirene di molte societa' di serie B e state pur sicuri che sara' ceduto...) . Difficile inoltre la conferma di Vantaggiato, Franco e Doumbia quest' ultimo in prestito dal Lecce. Il patron Spinelli ha inoltre delineato l' organigramma societario : Marco Arturo Romano sara' il vicepresidente, Mirko Peiani il direttore generale e Mauro Facci direttore sporti…

DALLE DICHIARAZIONI DEL TEAM MANAGER IGOR PROTTI SI PROSPETTA IL SOLITO CALCIO MERCATO DI GENNAIO SPINELLIANO...

Ed il Team Manager amaranto Igor Protti ha lasciato una lunga intervista alla testata giornalistica on line Qui Livorno dove ha parlato lungamente del Livorno , dell' allenatore e delle difficolta' della squadra in questo campionato. Ma la cosa che deve far riflettere e sicuramente far pensare male i tifosi amaranto e' quanto Protti si sofferma a parlare del calcio mercato di Gennaio dichiarando che il ds Ceravolo e' al lavoro ma che sara' difficile trovare dei giocatori utili al Livorno, perche' chi ce l' ha se li tiene. Capito l' antifona cari amici sportivi amaranto? Tradotto a Gennaio come al solito sciu Aldo non comprera' nessun rinforzo ed il Livorno andra' avanti con quel ( poco ) che ha di formazione tra giocatori fuori forma o rotti. E questo consueto immobilismo del calcio mercato significa una sola cosa : che a questa societa' , del Livorno non gli importa veramente nulla, a meno che non siano in corso le famose trattative per la cessione della societa' a quella famosa cordata brianzola, ma qui il silenzio del mondo telegiornalistico labronico e' veramente da condannare.
DANILO NESTI

Commenti