PERPLESSITA' DALLE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE ALDO SPINELLI

E nel corso di un ' intervista a Telecentro, il patron del Livorno Aldo Spinelli ha ribadito di voler mantenere come tecnico Andrea Sottil e che i contrasti relativi al suo contratto si risolveranno nel prossimo summit a Genova. Poi promesse sull' arrivo di alcuni giovani giocatori dalla Samp da inserire insieme ai veterani del Livorno ed infine le solite promesse sul ritorno di Paoligno e Diamanti che scusateci sono a questo punto altro che ministre riscaldate, ma vere zuppe di farro. Insomma siamo al caos societario, da una parte Spinelli con i soliti proclami, praticamente un disco rotto e dall' altra parte un vicepresidente Marco Arturo Romano dal piglio deciso, tipicamente romanesco con idee chiare , le idee di un calcio moderno, manageriale, che bada al fatturato e non alle vecchie glorie, agli uomini immagine e soprattutto programma il consolidamento della societa' con la realizzazione di moderni impianti sportivi. Cari ballisti i veri tifosi amaranto stanno co…

ED IL LIVORNO " SPROFONDA SU QUEL RAMO DEL LAGO DI COMO..." : 2 A 1 PER I LARIANI ALL' ARDENZA

E possiamo dire , purtroppo, cari amici sportivi amaranto che i sogni residui del Livorno di agguantare l' Alessandria si sono infranti sbattendo contro questo Como, una squadra, una societa' fallita , ma i cui giocatori giocavano come se fosse la classica partita della vita... Livorno che gia' prima della partita perdeva Borghese e Gasbarro infortunati, denotando una condizione fisico agonistica precaria. Poi si aggiungevano gli infortuni di Rossini e dopo di Toninelli sostituiti da Toninelli e Morelli, ma nel frattempo al 16° arrivava il classico goal dell' ex, ovvero del livonesissimo Cristiani, a parole seguito dal Livorno rimasto purtroppo sulle rive del lago di Como. Livorno , sfatto, in bambola, ed arrivava anche il terzo grave infortunio quello occorso a Cellini al 32° del primo tempo giocatore uscito in barella, confermando il livello di alta ospedalizzazione della squadra amaranto. Al posto di Cellini entrava uno spento Vantaggiato ed il Como con Pessina raddoppiava al 42° del primo tempo, facendo calare la notte fonda sull' Ardenza e spegnendo l' entusiasmo dei tanti tifosi filogialloni che credevano che con gli arrivi di Franco e Valiani il Livorno avesse raggiunto il livello qualitativo del Real Madrid.... Allo scadere del primo tempo il Livorno aveva l' occasione per riagguantare la partita con un benevole rigore concesso dall' arbitro Piscopo ma Maritato questa volta sbagliava malamente... Notte fonda pure nella ripresa scaldata solamente dal goal finale di Jelenic al 40° , giocatore sloveno che gia' da stasera fara le valigie e partira' in direzione di Carpi. Sconfitta come detto che affossa le residue speranze di un Livorno che poteva e doveva lottare per il primato a patto che il presidente Spinelli avesse fatto investimenti munifici comprando giocatore integri, volitivi non i soliti quarantenni a fine carriera e plurinfortunati. Ma questo e' il calcio a Livorno, ed a questi tifosi filogialloni va tutto bene, essendo convinti che questo presidente genovese sia il migliore della storia del Livorno calcio. Intanto il rampante Arezzo ha steso la corazzata Alessandria ed allora azzardiamo un pronostico : e' proprio il cavallo rampante aratino l' antagonista numero uno dei grigi, perche' in questa sessione di mercato di Gennaio la dirigenza aretina ha fatto acquisti veramente importanti per non lasciare nulla d' intentato con l' obiettivo di raggiungere la promozione diretta e tornare a calcare quei famosi palcossenizi importanti.
NELLO BALISTRACCI


Marcatori: Cristiani al 16’, Pessina al 42’ pt; Jelenic al 40’ st.
LIVORNO (3-5-2): Mazzoni; Gonnelli (dal 23’ pt Toninelli), Rossini (dal 6’ pt Morelli), Lambrughi; Jelenic, Marchi, Luci, Valiani, Franco; Maritato, Cellini (dal 32’ pt Vantaggiato). A disposizione: Vono, Romboli, Gemmi, Murilo, Ferchichi, Vittorini, Venitucci. All. Foscarini.
COMO (3-5-2): Zanotti; Antezza, Nossa, Fissore; Marconi, Pessina (dal 29’ st Cavalli), Fietta, Di Quinzio (dal 42’ st Damian), Sperotto; Chinellato, Cristiani (dal 21’ st Bertani). A disposizione: Cuoco, Cortesi, Peverelli, Piacentini, Le Noci. All. Gallo.
Arbitro: Piscopo di Imperia.

Commenti