UN LIVORNO IN PANTOFOLE PAREGGIA CON MOLTA SOFFERENZA AL PORTA ELISA DI LUCCA

E come si prevedeva la lunga sosta si e' rivelata negativa per il Livorno di mister Sottil apparso troppo sulle gambe, abulico e senza quella cattiveria agonistica, quella bava alla bocca che consente di affrontare e vincere derby arroventati come quello contro la Pantera Rossonera. Inizio primo tempo senza tante emozioni mentre nella Lucchese debuttava il neo acquisto Bertoncini. Al 10° primo infortunio per il lucchese Merlonghi ed al suo posto entra' Nole'. Al 25° e' invece Pedrelli del Livorno che si fa male e viene sostituito da Morelli. Al 33° la Pantera Rossonera passa inopinatamente in vantaggio grazie alla solita difesa amaranto da torta che regala sempre un golletto a partita per la serie prendiamo i rinforzi dal Seravezza vai.... Rete siglata dal rossonero Bortolussi che vince un contrasto ed infila l' incolpevole Mazzoni. Il Livorno pareggia al 42° grazie ad un contestatissimo rigore concesso dall' arbitro Capone su un presunto fallo di mano di Arri…

TRA POCO A PIZA REALIZZERANNO " L' ABODI STADIUM " MENTRE A LIVORNO ...

E l' ambizioso nuovo patron del Pisa, l' imprenditore Giuseppe Corrado ha annunciato che intende realizzare lo stadio nuovo a Piza, sul modello del " Dacia Stadium " di Udine. Questo per dare al Piza una struttura sportiva capace di far generale importanti ricavi in termini di spettatori ed incassi relativi. Uno stadio sul modello di quello di Udine, con ristoranti, palestre , saune, insomma un centro non solo sportivo ma anche commerciale e turistico. Ed oggi le societa' ambiziose per programmare piani di crescita sportiva ed economica devono per forza partire dalla realizzazione di uno stadio di proprieta' . Giuseppe Corrado si dimostra subito un imprenditore ambizioso, che non lascia nulla d' intentato pur di tornare a calcare i famosi palcossenizi importanti. Probabilmente lo stadio nuovo di Piza, sara' intitolato " Abodi Stadium " in onore al presidente della lega di serie B che ha praticamente salvato il Piza dal baratro. Tutto questo mentre a Livorno il nostro vecchio catino dell' Ardenza e' sempre piu' un rudere bellico a rischio crollo. E questa giunta comunale di grilloni si e' dimostrata parolaia a mille, come Grillo in Europa che prima fa tanti saluti a Farage e poi sbattuto a ceffoni in faccia dai liberali , ritorna a braccetto con il britannico nazionalista. E così sono i grilloni livornesi, che tanto clamore hanno promesso la Cittadella dello Sport, con il sindaco che parlava di gruppi lombardi interessati a rilevare il Livorno, e poi tutto si e' concluso in un bel nulla, con questa dirigenza genovese che continua a mortificare il calcio e l' entusiasmo del popolo amaranto.
VERGOGNA.
DANILO NESTI

Commenti