E MOLTO INSIDIOSA L' ARZACHENA IN CASA PROPRIA... ATTENZIONE AD UN CERTO CURCIO....

E sicuramente molto insidiosa la squadra sarda in casa propria , dove in uno stadio angusto e con un pubblico caldissimo , e' molto difficile giocare  a calcio . Societa' sarda neopromossa in serie C guidata dal patron di origine laziale ma ormai sardo d' adozione, Menio Fiorini. Allenatore e' mister Giorico che in porta schierera' Ruzzittu, mentre in difesa l' esperto Sbardella e Piroli mentre il centrale dovrebbe essre Peana. Poi l' esperto La Rosa affiancato dall' ex Viterbese Nuvoli e dal giovane Casini. A centrocampo ballottaggio tra Taufer e Trillo' e poi Bertoldi. In attacco i sardi schierano la temibile coppia Curcio e Vano . All' andata il Livorno vinse 2 a 1 con reti di Vantaggiato e Doumbia mentre i sardi segnarono appunto con il loro attaccante piu' pericoloso, Curcio. Inutile aggiungere che la vittoria per il Livorno e' davvero fondamentale per mettere le mani sulla promozione in serie B e permettere ai tifosi labronici di …

CARI TELEGIORNALISTI DI PARTE, CARI TIFOSI FILOGIALLONI , MISTER FOSCARINI DEVE ESSERE SOLO RINGRAZIATO

E cari telegiornalisti labronici sempre pronti a difendere il giallone e cari tifosi filogialloni, non vi dovete permettere di addossare le colpe della vergogna , del disastro amaranto , l' ennesimo, registrato ieri sera nella partita contro il Siena , persa meritatamente per 2 a 0. No, troppo comodo prendersela con il tecnico Foscarini, un vero " gentlemen " che e' ovviamente assolutamente incolpevole di quanto sta accadendo al Livorno calcio, dove ormai la societa' non esiste piu' ed i giocatori hanno come dicono i napoletani fatto " ammuina ". Giocatori peraltro scelti malamente in Estate ed a Gennaio, i soliti prestiti e molti di essi reduci da gravissimi infortuni con lunghi periodi d' inattivita'.
Mister Foscarini, al contrario deve essere ringraziato pubblicamente, perche' quest' anno ha di fatto " salvato " la stagione impedendo alla squadra di retrocedere in serie D, perche' se arrivava qualche giovane " fenomeno " in panchina, tipo qualcuno che si conosce bene, allora il campionato nei dilettanti era prenotato. Mondo telegiornalistico labronico e tifosi filogialloni si confermano dunque la rovina del calcio a Livorno.
DANILO NESTI

Commenti