E MOLTO INSIDIOSA L' ARZACHENA IN CASA PROPRIA... ATTENZIONE AD UN CERTO CURCIO....

E sicuramente molto insidiosa la squadra sarda in casa propria , dove in uno stadio angusto e con un pubblico caldissimo , e' molto difficile giocare  a calcio . Societa' sarda neopromossa in serie C guidata dal patron di origine laziale ma ormai sardo d' adozione, Menio Fiorini. Allenatore e' mister Giorico che in porta schierera' Ruzzittu, mentre in difesa l' esperto Sbardella e Piroli mentre il centrale dovrebbe essre Peana. Poi l' esperto La Rosa affiancato dall' ex Viterbese Nuvoli e dal giovane Casini. A centrocampo ballottaggio tra Taufer e Trillo' e poi Bertoldi. In attacco i sardi schierano la temibile coppia Curcio e Vano . All' andata il Livorno vinse 2 a 1 con reti di Vantaggiato e Doumbia mentre i sardi segnarono appunto con il loro attaccante piu' pericoloso, Curcio. Inutile aggiungere che la vittoria per il Livorno e' davvero fondamentale per mettere le mani sulla promozione in serie B e permettere ai tifosi labronici di …

IL TURNO ODIERNO DI LEGA PRO : L' ALESSANDRIA DI MISTER BRAGLIA IN VISTOSO AFFANNO....


E  l' Alessandria pareggiando a Pistoia, commette un grave passo falso perche' la Cremonese del valente tecnico Tesser sbanca il difficile campo di Olbia e si porta a soli quattro punti dalla capolista. Viene confermata la regola che vede le squadre del tosto tecnico maremmano mister Braglia, in vistoso calo nel girone di ritorno e quindi l' Alessandria rischia davvero di essere raggiunta dalla Cremonese in grande spolvero. Fa rabbia invece vedere il Livorno in queste orrende condizioni. E pensare se si fosse speso non cifre pazzesche, ma il giusto, la squadra amaranto poteva essere nelle primissime posizioni e ritrovare subito la serie B dopo la vergognosa retrocessione dello scorso anno. Invece il patron Spinelli con la solita gestione a costo zero ha portato l' ambiente amaranto a questo disastro, a questa depressione e scoramento mai viste prima a Livorno. Ora sarebbe meglio da parte del presidente , andare dal sindaco e cedere a lui la societa' amaranto, perche' sarebbe giunto il momento di far terminare questa interminabile agonia del calcio labronico. L' Arezzo pareggia a Roma contro il Racing e rimane attaccato al Livorno, Perde il fanalino di coda Prato a Piacenza contro la Pro e vede ormai la serie D, perde pure la Carrarese a Renate mentre il Pontedera si prende tre punti importantissimi per la salvezza a Roma contro la Lupa. Sprofondano i pellai della Tuttocuoio in casa contro il forte Piacenza.
GIANNI MASSONIGUS

Commenti