ED IMPEGNI PROBANTI PER LE SQUADRE LIVORNESI DI PROMOZIONE TOSCANA GIRONE C

E 22° turno del campionato di promozione toscana girone C sicuramente pieno d' impegni probanti per le squadre livornesi. La capolista Pro Livorno va in trasferta a Monterotondo e questa e' sicuramente una partita difficile perche' nella squadra di casa militano diversi giocatori labronici e la partita assume le caratteristiche di un derby. Ma siamo sicuri che mister Niccolai avra' preso le necessario contromisure per vincere e continuare la corsa verso la promozione in Eccellenza Toscana. Il Picchi di mister Sena dal canto suo potrebbe fare un grosso favore ai cugini biancoverdi battendo la Pecciolese seconda in classifica ed inseguitrice della Pro Livorno. Ma questo Picchi non da' molto affidamento , troppe le partite pareggiate in Banditella quest' anno. Infine infuocato derby al Rossetti di Cecina, dove i locali di mister Brontolone e del grande diesse Alberto Lazzerini cercheranno di far propri i tre punti contro il Donoratico , squadra che negli ultimi t…

A LIVORNO NON ABBIAMO BISOGNO DI ALTRI " UOMINI IMMAGINE O DIRETTORI SPORTIVI ! "

E si starebbe profilando una trattativa per la cessione ( tanto auspicata ..) del Livorno calcio da  parte del presidente Spinelli. Anzi piu' che Spinelli padre, e' il figlio Roberto che starebbe lavorando insieme al fido ex giocatore amaranto Fabio Galante, per trovare un nuovo acquirente per il Livorno calcio, e la cordata di cui Galante sarebbe il portavoce , potrebbe essere per davvero la seria alternativa alla gestione Spinelli. Forse questi imprenditori che rappresenta Fabio Galante sono forse i famosi imprenditori lombardi interessati al progetto Cittadella dello Sport, tanto strombazzato dalla giunta grillona di Livorno? E comunque il figlio di Spinelli, Roberto , non ha mai nascosto la volonta' di sbolognarsi il Livorno, perche' di calcio non gli e' mai fregato un granche'.... Intanto i rappresentanti del tifo organizzato amaranto chiedono un vertice urgente con il presidente Spinelli, che ovviamente come in altre circostanze rifiutera' ogni possibile incontro, perche' questo e' il suo modo di agire, il classico " padrone del vapore " che delle sue societa' fa quello che vuole , come purtroppo ha fatto in questi 18 anni di Livorno calcio, dove con il raggiungimento per due volte della serie A, poteva costruire una societa' solida, organizzata, realizzare uno stadio nuovo e moderni centri sportivi per gli allenamenti, una sede di proprieta' adeguata ai gloriosi colori amaranto ed invece non ha fatto nulla di tutto questo ed il Livorno purtroppo e' rimasto una societa' a livello organizzativo nemmeno da lega pro. Tifosi amaranto che devono piu' che mai disertare lo stadio ed al contempo organizzare manifestazioni clamorose di protesta contro questa dirigenza genovese e contro il comune parolaio sulla Cittadella dello Sport. A Livorno vogliamo una nuova societa', un nuovo presidente, danaroso, non ci serve un altro direttore sportivo, non ci servono " gli improvvisi " e ci servono " i mestieranti "...
DANILO NESTI

Commenti