ED IMPEGNI PROBANTI PER LE SQUADRE LIVORNESI DI PROMOZIONE TOSCANA GIRONE C

E 22° turno del campionato di promozione toscana girone C sicuramente pieno d' impegni probanti per le squadre livornesi. La capolista Pro Livorno va in trasferta a Monterotondo e questa e' sicuramente una partita difficile perche' nella squadra di casa militano diversi giocatori labronici e la partita assume le caratteristiche di un derby. Ma siamo sicuri che mister Niccolai avra' preso le necessario contromisure per vincere e continuare la corsa verso la promozione in Eccellenza Toscana. Il Picchi di mister Sena dal canto suo potrebbe fare un grosso favore ai cugini biancoverdi battendo la Pecciolese seconda in classifica ed inseguitrice della Pro Livorno. Ma questo Picchi non da' molto affidamento , troppe le partite pareggiate in Banditella quest' anno. Infine infuocato derby al Rossetti di Cecina, dove i locali di mister Brontolone e del grande diesse Alberto Lazzerini cercheranno di far propri i tre punti contro il Donoratico , squadra che negli ultimi t…

ED ORA PERSO IL PRIMO POSTO MISTER BRAGLIA RISCHIA L' ESONERO ....

E con il pareggio inopinato dell' ex capolista Alessandria a Viterbo, ed il conseguente sorpasso della Cremonese di mister Tesser, vittoriosa a Prato, la panchina di mister Braglia ora e' in bilico. Non crediamo che l' ambizioso presidente del grigi intenda lasciare le cose come stanno e quindi andare tranquillamente ai playoff. No, l' Alessandria i playoff non se li puo' permettere perche' ha speso cifre importanti per allestire una compagine d' alto bordo con i vari Gonzales, Bocalon, una societa', un pubblico ed una citta' che aspirano a quei famosi palcossenizi importanti. Ed allora la dirigenza dei grigi, per non lasciare nulla d' intentato pur di raggiungere il primo posto e quindi la promozione diretta in serie B, che eviterebbe la lotteria dei playoff, sicuramente sara' costretta ad esonerare mister Braglia, il cinico e rude tecnico maremmano, che  forse spreme troppo le sue squadre nel girone d' andata vedasi le precedenti negative esperienze a Piza e Lecce.
GIANNI MASSONIGUS

Commenti