E MOLTO INSIDIOSA L' ARZACHENA IN CASA PROPRIA... ATTENZIONE AD UN CERTO CURCIO....

E sicuramente molto insidiosa la squadra sarda in casa propria , dove in uno stadio angusto e con un pubblico caldissimo , e' molto difficile giocare  a calcio . Societa' sarda neopromossa in serie C guidata dal patron di origine laziale ma ormai sardo d' adozione, Menio Fiorini. Allenatore e' mister Giorico che in porta schierera' Ruzzittu, mentre in difesa l' esperto Sbardella e Piroli mentre il centrale dovrebbe essre Peana. Poi l' esperto La Rosa affiancato dall' ex Viterbese Nuvoli e dal giovane Casini. A centrocampo ballottaggio tra Taufer e Trillo' e poi Bertoldi. In attacco i sardi schierano la temibile coppia Curcio e Vano . All' andata il Livorno vinse 2 a 1 con reti di Vantaggiato e Doumbia mentre i sardi segnarono appunto con il loro attaccante piu' pericoloso, Curcio. Inutile aggiungere che la vittoria per il Livorno e' davvero fondamentale per mettere le mani sulla promozione in serie B e permettere ai tifosi labronici di …

MA L' AMMINISTRAZIONE COMUNALE DOVREBBE " FARE " INVECE CHE PARLARE SUL LIVORNO....

Ed ora anche l' assessore allo sport Morini, auspica l' intervento dei famosi e soliti ignoti imprenditori livornesi che dovrebbero rilevare il Livorno calcio. Assessore allo sport che plaude l' intervento dei club amaranto, che dopo decenni di assoluto allineamento nei confronti del presidente Spinelli, si sono convinti che la societa' amaranto con questa dirigenza non ha piu' alcun futuro. Ma cari assessori, e soprattutto sindao, basta con le promesse, le parole, sul Livorno e soprattutto sulla Cittadella dello Sport, perche' senza fatti concreti, nessun imprenditore e' disposto a rilevare il Livorno calcio. Occorre passare dai progetti virtuali per la Cittadella dello Sport, ai fatti concreti consentendo l' aggiudicazione del relativo appalto e l' arrivo di questi famosi investitori che possono con i loro investimenti munifici non solo realizzare i nuovi impianti sportivi tra cui lo stadio nuovo, ma possono rilevare il Livorno calcio, rilanciandolo e riportandolo in quei famosi palcossenizi importanti tanto ambiti dai tifosi amaranto. Imprenditori che pero' non crediamo siano livornesi, perche' non ci sono imprese ed aziende importanti tali da garantire cospicui investimenti nel calcio, piuttosto sarebbe auspicabile l' arrivo di qualche imprenditore lombardo o meglio cinese che punti anche al progetto di ampliamento del porto, Darsena Europa. Intanto si profila l' ennesima giornata di passione per gli amaranto: un campionato " calvario " che fara' tappa al Garilli di Piacenza, con i biancorossi emiliani che puntano al terzo posto e con questo Levornicchio in disarmo e con i licenziamenti dei propri dipendenti , si prospetta l' ennesima brutta figura per gli amaranto.
GIANNI MASSONIGUS

Commenti