UN LIVORNO IN PANTOFOLE PAREGGIA CON MOLTA SOFFERENZA AL PORTA ELISA DI LUCCA

E come si prevedeva la lunga sosta si e' rivelata negativa per il Livorno di mister Sottil apparso troppo sulle gambe, abulico e senza quella cattiveria agonistica, quella bava alla bocca che consente di affrontare e vincere derby arroventati come quello contro la Pantera Rossonera. Inizio primo tempo senza tante emozioni mentre nella Lucchese debuttava il neo acquisto Bertoncini. Al 10° primo infortunio per il lucchese Merlonghi ed al suo posto entra' Nole'. Al 25° e' invece Pedrelli del Livorno che si fa male e viene sostituito da Morelli. Al 33° la Pantera Rossonera passa inopinatamente in vantaggio grazie alla solita difesa amaranto da torta che regala sempre un golletto a partita per la serie prendiamo i rinforzi dal Seravezza vai.... Rete siglata dal rossonero Bortolussi che vince un contrasto ed infila l' incolpevole Mazzoni. Il Livorno pareggia al 42° grazie ad un contestatissimo rigore concesso dall' arbitro Capone su un presunto fallo di mano di Arri…

ED " IL MENICO " AFFOSSA LE ILLUSIONI DEL MONDO GIORNALISTICO LABRONICO E DEI TIFOSI FILOGIALLONI


Ed una Reggina, cinica e concreta regola all' Ardenza il Livorno per 2 a 1 ed ipoteca il passaggio del turno di questi playoff di lega pro. Vittoria degli emiliani favorita anche dall' arbitraggio del signor Giua della sezione di Pisa, designazione vergognosa ma che deve far riflettere sull' assenza totale da parte della societa' amaranto per tutto questo campionato, incapace di far sentire la propria voce nelle alte sfere calcistiche.  Livorno che vedeva nuovamente escluso Vantaggiato per l' ennesimo infortunio ed anche questo deve far pensare alla fallimentare campagna acquisti da parte della societa' che non ha scelto giocatori integri e capaci di dare garanzie. Partita che iniziava con il Livorno all' attacco con un rigore negato al Livorno su intervento dubbio su Venitucci. Arbitro Giuia che invece era subito pronto a concedere il rigore alla Reggiana per fallo di Valiani ( fuori tempo ) su Cesarini che al 14° siglava su rigore.

L’andata contro la Reggiana rappresenta sicuramente un momento chiave dell’annata amaranto, il Livorno deve vincere e bene per affrontare il ritorno con una certa possibilità di passare il turno ed approdare a Firenze. Alla Reggiana mancano il portiere titolare Narduzzo ed il difensore Spanò.  Il Livorno deve sopperire all’assenza di Vantaggiato per l’ennesimo infortunio e ripropone Murilo accanto a Maritato, ancora panchina per Giandonato, in campo invece Venitucci. Al 21° gran punizione di Valiani ma il portiere emiliano respingeva ed un minuto dopo Murilo pareggiava ma l' arbitro annullava per fuorigioco. Al 26° cinico raddoppio della Reggiana con colpo di testa di Guidone che trafiggeva l' incolpevole Mazzoni. Al 33° netto rigore per il Livorno  ma questa volta l' arbitro non lo concede pur essendo un fallo di mano netto.  Ripresa che si apriva con Galli al posto di Toninelli per il Livorno ed al 51° il prolifico bomber Maritato siglava il suo decimo goal stagionale su cross di Galli, un giocatore vero inspiegabilmente tenuto ai margini da mister Foscarini. E sempre lo stesso Galli al 36° centrava la traversa su punizione e pochi minuti dopo impegnava severamente il portiere emiliano. Finiva 2 a 1 per la Reggiana di mister Menichini, squadra piu' tosta e cinica anche se molto aiutata da un arbitraggio vergognoso, ma anche questo si deve mettere in conto a questa dirigenza amaranto che da oltre un anno ha praticamente abbandonato la squadra. Dure parole del Dg del Livorno Armenia a fine partita contro questo arbitraggio veramente di parte , ma ripetiamo la promozione diretta in B il Livorno non l' ha persa oggi pomeriggio, ma a Gennaio quando scio Aldo poteva e doveva rinforzare la squadra con almeno 3 0 4 giocatori di categoria senza guai fisici, come invece ha sempre preso. Livorno che al ritorno dovra' fare l' impresa impossibile di vincere per 2 a 0 al Mapei Stadium. Cari amici sportivi amaranto, il campionato del Livorno e' finito stasera alle 20.30, e la cosa positiva e' che ora il mondo telegiornalistico labronico dovra' farla finita con le solite interviste alle vecchie glorie del calcio labronico, questi telegiornalisti labronici dovranno pur iniziare a chiedersi che fine hanno fatto le sedicenti trattative in merito alla cessione del Livorno. Purtroppo l' impressione e' che scio Aldo rimanga anche il prossimo campionato, con il solito programma al minimo : squadra primavera, Marco Nappi allenatore, sede e campi d' allenamento a Stagnello e immaginate l' entusiasmo.... A proposito ma il sindaco Nogarinne non dice niente sullo sfascio del calcio a Livorno?
NELLO BALISTRACCI

Commenti