ED IMPEGNI PROBANTI PER LE SQUADRE LIVORNESI DI PROMOZIONE TOSCANA GIRONE C

E 22° turno del campionato di promozione toscana girone C sicuramente pieno d' impegni probanti per le squadre livornesi. La capolista Pro Livorno va in trasferta a Monterotondo e questa e' sicuramente una partita difficile perche' nella squadra di casa militano diversi giocatori labronici e la partita assume le caratteristiche di un derby. Ma siamo sicuri che mister Niccolai avra' preso le necessario contromisure per vincere e continuare la corsa verso la promozione in Eccellenza Toscana. Il Picchi di mister Sena dal canto suo potrebbe fare un grosso favore ai cugini biancoverdi battendo la Pecciolese seconda in classifica ed inseguitrice della Pro Livorno. Ma questo Picchi non da' molto affidamento , troppe le partite pareggiate in Banditella quest' anno. Infine infuocato derby al Rossetti di Cecina, dove i locali di mister Brontolone e del grande diesse Alberto Lazzerini cercheranno di far propri i tre punti contro il Donoratico , squadra che negli ultimi t…

RADIARE DAI CAMPIONATI GIOVANILI LE SOCIETA' DI CALCIO RESPONSABILI DI AGGRESSIONI ED ATTI DI VIOLENZA CONTRO GLI ARBITRI E TRA GENITORI E DIRIGENTI

Ed il recente durissimo provvedimento della Figc provinciale che ha punito la societa' Antignano calcio per un ' aggressione da parte dei suoi dirigenti ad un arbitro nemmeno 15 enne, penalizzazione di ben 118 punti , evidentemente non basta. La Figc in considerazione dell' importanza del calcio giovanile non solo come momento di formazione sportiva ma soprattutto educativa e sociale , non puo' soprassedere su questi episodi che purtroppo si stanno moltiplicando nel calcio toscano, con episodi di violenza ed aggressione che accadono ogni settimana e sono puntualmente riportati nelle pagine di cronaca nera. No, la Figc deve dire basta a questo andazzo dove nello sport vince chi fa il prepotente e l' arrogante e non e' capace minimante di formare umanamente e sportivamente i giovani calciatori ai valori dello sport e della convivenza sociale. Occorre dire basta ed impedire alla societa' responsabili di questi atti di violenza ed intimidazione, di partecipare ai campionati giovanili, altro che 118 punti di penalizzazione....
NELLO BALISTRACCI

Commenti