ED IMPEGNI PROBANTI PER LE SQUADRE LIVORNESI DI PROMOZIONE TOSCANA GIRONE C

E 22° turno del campionato di promozione toscana girone C sicuramente pieno d' impegni probanti per le squadre livornesi. La capolista Pro Livorno va in trasferta a Monterotondo e questa e' sicuramente una partita difficile perche' nella squadra di casa militano diversi giocatori labronici e la partita assume le caratteristiche di un derby. Ma siamo sicuri che mister Niccolai avra' preso le necessario contromisure per vincere e continuare la corsa verso la promozione in Eccellenza Toscana. Il Picchi di mister Sena dal canto suo potrebbe fare un grosso favore ai cugini biancoverdi battendo la Pecciolese seconda in classifica ed inseguitrice della Pro Livorno. Ma questo Picchi non da' molto affidamento , troppe le partite pareggiate in Banditella quest' anno. Infine infuocato derby al Rossetti di Cecina, dove i locali di mister Brontolone e del grande diesse Alberto Lazzerini cercheranno di far propri i tre punti contro il Donoratico , squadra che negli ultimi t…

MA QUESTI NUOVI SOCI GENOVESI DEL LIVORNO CALCIO CI RICORDANO QUALCUNO

E cari amici sportivi amaranto, sono arrivati con il 20% in societa' questi nuovi soci genovesi che affiancano la famiglia Spinelli nella gestione del Livorno ed ecco subito il loro fare " decsionista " con la nomina di Mauro Facci come nuovo direttore sportivo del Livorno. Nomina che fa scendere e di molto le quotazioni di Marco Nappi quale prossimo allenatore della squadra amaranto. Ma questo decisionisimo , cari amici sportivi, ci ricorda qualcuno, ci ricorda quell' Angelo Diodati , l' imprenditore viterbese che nel 1999 tento di rilevare il Livorno dall' allora presidente Claudio Achilli. Diodati arrivo' a Livorno ( con quel famoso giro con la mercedes e tanto di gorilla sulla pista d ' atletica dell' Ardenza...) e poi comincio' subito a fare proclami dicendo di esonerare questo e quello con modi estremamente arroganti. Ecco questo decisionismo in salsa genovese ci ricorda appunto i modi autoritari di Angelo Diodati che resto' a Livorno nemmeno una settimana.
FRANCO

Commenti