UN LIVORNO IN PANTOFOLE PAREGGIA CON MOLTA SOFFERENZA AL PORTA ELISA DI LUCCA

E come si prevedeva la lunga sosta si e' rivelata negativa per il Livorno di mister Sottil apparso troppo sulle gambe, abulico e senza quella cattiveria agonistica, quella bava alla bocca che consente di affrontare e vincere derby arroventati come quello contro la Pantera Rossonera. Inizio primo tempo senza tante emozioni mentre nella Lucchese debuttava il neo acquisto Bertoncini. Al 10° primo infortunio per il lucchese Merlonghi ed al suo posto entra' Nole'. Al 25° e' invece Pedrelli del Livorno che si fa male e viene sostituito da Morelli. Al 33° la Pantera Rossonera passa inopinatamente in vantaggio grazie alla solita difesa amaranto da torta che regala sempre un golletto a partita per la serie prendiamo i rinforzi dal Seravezza vai.... Rete siglata dal rossonero Bortolussi che vince un contrasto ed infila l' incolpevole Mazzoni. Il Livorno pareggia al 42° grazie ad un contestatissimo rigore concesso dall' arbitro Capone su un presunto fallo di mano di Arri…

TRATTATIVE PER LA CESSIONE DEL LIVORNO CALCIO : UNA VERGOGNOSA BOUTADE MEDIATICA DEL MONDO GIORNALISTICO LABRONICO

E che queste trattative per la cessione del Livorno calcio fossero una boutade mediatica orchestrata dal mondo telegiornalistico labronico non lo dice ora il sottoscritto, ma da tempo. Era chiaro che il patron del Livorno Aldo Spinelli, non avrebbe mai ceduto il Livorno calcio, perche' vuole intascare come minimo tre milioni di euro, tra cartellini da pagare ed i costi di gestione del prossimo anno compresa l' iscrizione e le fidejussioni relative . E di fronte a queste cifre gli investitori britannici di cui e' rappresentante il manager Primo Salvi e' ovvio che si siano tirati indietro, perche' e' giusto spendere tanto per rilevare una societa' di calcio , ma essere presi per i fondelli no di certo. Presidente Spinelli che con l' aiuto del mondo telegiornalistico labronico vuol far credere di essere " la vittima " di questa invereconda vicenda, il presidente che voleva cedere la societa' ad un euro ( ma quando mai...) mentre " i cattivi " sono questi investitori inglesi che hanno illuso un' intera citta'. No cari signori della stampa labronica che da sempre siete al servizio di questo potente giallo di turno, " il colpevole " di questa invereconda vicenda e' solo uno e naturalmente si chiama Aldo Spinelli che non vuole cedere assolutamente il Livorno calcio e che a causa del suo ormai palese e vergognoso disinteresse per la gloriosa societa' amaranto, la condannera' probabilmente a fare la fine del Grosseto, con il prossimo campionato dove gli amaranto, praticamente una squadra primavera, condita da qualche lungodegente piu' anziano, sara' presa  a pallonate anche dalle squadrette come il Gavorrano ed il Pontedera, per non parlare del derby col Pisa del patron Corrado e di mister Gautieri che sta allestendo una compagine d' alto bordo a suon di milioni di euro.
GIANNI MASSONIGUS

Commenti